Antichissima città umbra, Gubbio nasce anticamente alle pendici del Monte Ingino. Fondata dagli Umbri, entrò certamente in contatto con popolazioni di origine etrusca, vista la vicinanza dei territori. Oggi Gubbio appare una piccola perla in territorio umbro, immersa nel verde e nei mesi più freddi nella candida neve. Si respira un’atmosfera pregna di storia e di medioevo, periodo al quale il borgo pare essere rimasto fortemente legato. Seppure dia l’idea d’essere un piccolo insediamento, è un comune che conta 32.647 abitanti circa, si trova in provincia di Perugia e la superficie del territorio occupato è davvero ampia. La più vasta di tutta la regione. Monumenti che destano l’interesse del visitatore sono normalmente il Palazzo dei Consoli, in stile gotico, dinanzi al quale si trova un’ampia piazza che si affaccia a picco sulla cittadina. Dal 1901 il palazzo riveste il ruolo di Museo Civico, dove a opere di interesse archeologico si somma una interessante pinacoteca. Da visitare ancora il Teatro Romano e il Museo di Porta Romana. Affascinante la possibilità di giungere in vetta al monte ai piedi del quale cresce il borgo grazie ad un passaggio in funicolare. Di Gubbio è da ricordare che tradizionalmente è definita come la Città dei Matti, tradizione che con probabilità si riferisce alla imprevedibilità degli eugebini. A chi compie tre giri della vasca della Fontana dei Matti si è soliti concedere la cittadinanza onoraria e la patente di Matto. Come eventi da non perdere potremo citare la Festa dei Ceri, in onore del santo patrono, Sant’Ubaldo. Si tiene ogni anno il 15 di Maggio. Il Palio della Balestra invece si svolge l’ultima domenica del medesimo mese. E dal 2004 la bella città ospita la manifestazione nota con il nome di Altrocioccolato.

Claudia Zedda

Immagine di alexbarrow