Variegato nei paesaggi e negli scenari, anche il folklore e la tradizione italiana riserveranno un certo grado di sorpresa ed ammirazione. Indimenticabile e impareggiabile è la tradizione antica del Carnevale, presente in tutto il territorio e vissuta con sfaccettature e varianti pressoché infinite.

Si potrà scegliere fra i riti atavici che ogni anno si ripropongono a Mamoiada ed Ottana in Sardegna, preferire il più sobrio Carnevale di Schignano e Bagolino in Lombardia. Toglieranno il fiato gli imponenti carri costruiti ex novo ogni anno e che sfilano durante il Carnevale nella colorata Viareggio. Totalmente originale e raffinato il Carnevale veneziano, fatto di maschere eleganti e ricche di storia e mistero.

Costumi e rivisitazioni storiche che durante questo periodo di libertà e rovesciamento si ripropongono ricordano spesso episodi cruenti mai dimenticati o più semplicemente rappresentano il gusto per il grottesco e il comico insieme con  l’eleganza e il fasto antico.

I burattini assieme ai carri allegorici ed alle sfilate sono una delle maggiori e più sentite espressioni del Carnevale. Si esibiscono in piccoli teatrini portatili e protagonisti delle storie mai noiose sono le famose maschere del carnevale italiano, Arlecchino, Pulcinella ed altri ancora.

Non sono rari gli spettacoli di burattini che ricordano commedie e drammi classici, che rivedono operette del teatro ottocentesco. Un capitolo a parte va riservato ai Pupi facenti parte della tradizione siciliana; questi ripropongono nel corso dell’anno e non solo durante il carnevale gli incantevoli cicli epici di Carlo Magno e dei suoi paladini.  Insomma non resta che l’imbarazzo della scelta. Quel che è sicuro che ogni Carnevale riserverà sorprese e divertimento indimenticabile.