Un vero e proprio museo all’aperto che merita di essere visitato ed annoverato fra le meraviglie del mondo. Esempio di Giardino all’italiana che sorprende ed affascina i visitatori, che ogni anno sono numerosissimi. Se ne contano all’incirca 800.000. Nasce come giardino del palazzo Pitti, che fu da prima palazzo dei Medici poi dei Lorena, ed infine dei Savoia. Sappiamo che Luca Pitti nel 1418 comprò l’appezzamento di terra dalla famiglia Borgolo ( da qui forse il nome) per adibirlo a orto. Sarà con i Medici che il parco conoscerà dei sostanziali abbellimenti e ampliamenti. All’interno dell’immenso Giardino potrete trovare l’Anfiteatro, al centro del quale oggi potremmo ammirare l’obelisco egiziano, mentre in passato si trovava la fontana dell’Oceano, spostata nell’isolotto. Ancora si potrà osservare il Bacino del Nettuno, luogo nel quale convergono le acque che irrigano tutto il Giardino. Al centro del bacino la Fontana di Nettuno. Il giardino del Cavaliere si trova costruito sovra un bastione che faceva parte delle antiche fortificazioni. Fontana centrale , state e meravigliosa vista garantita allo spettatore adornano questo angolo di paradiso. Avrete la possibilità di ammirare il Casino del Cavaliere, palazzina che oggi ospita la mostra-museo permanente di Porcellane. Seguirà poi La Kaffeehaus, un meraviglioso padiglione in stile roccocò, e non troppo distante la Fontana del Bacchino. Rappresenta la figura dell’obeso nano Morgante, popolare alla corte di Cosimo I, a cavalcioni di una tartaruga. Ancora la sorprendente e insolita Grotta del Buontalenti, una serie di viali che si intersecano fra loro, adornati da eccellenti statue, il Prato delle Colonne e la Zona Annalena, che prese il nome dall’antico convento che li anticamente sorgeva. Una delle meraviglie della bella Firenze, da visitare.

Claudia Zedda

Immagine di Gaspa