Famosa per le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche, per la copiosa storia che sgorga da ogni anfratto e per le sue incantevoli città, l’Italia è anche un paese di buongustai, terra dai sapori decisi e indimenticabili.

Varietà e genuinità sono le parole d’ordine che caratterizzano la cucina della penisola, particolarmente famosa per i suoi pani, per le sue paste e per i suoi salumi. Gustare un pane tipico o un insaccato racconta più che cento parole su di una regione italiana.

Maccheroni, pizza e pani che ci hanno reso famosi in tutto il mondo sono accomunati tutti dalla presenza di alimenti semplici ma di qualità che regalano un gusto DOC ai prodotti artigianali e casalinghi confezionati in Italia.

Per quanto non tutti lo sappiano i maccheroni e le tagliatelle sono originari della Sicilia, dove vennero importati come tradizione dagliAarabi. Ancora oggi in alcune regioni la pasta viene chiamata con nomi che ricordano molto da vicino l’originale, Itrya divenuto poi Tria per laSsicilia cosi come per la Puglia.

In Italia oggi le paste che si conoscono ed utilizzano sono principalmente di tre tipi, quella secca, fatta con il grano duro, acqua e sale, per intenderci i classici spaghetti. Ci sono poi le paste all’uovo, come le tagliatelle o lo fetuccine e le paste ripiene quali sono i ravioli, i tortellini gli sfiziosi cannelloni e i cappelletti. Prodotte ancora a livello casalingo e artigiano, il grande commercio si affida comunque alla produzione industriale che copre grandi fette di mercato mondiale.

Altro alimento tipico, forse il più conosciuto è la pizza con le focacce. Il pane cotto in forma di disco e condito con sugo di pomodoro fece la propria comparsa a Napoli agli inizi dell’ottocento. In un primo momento la fama fu tutta delle pizzelle, le pizze originali fritte su fornelli improvvisati agli angoli dei viottoli e da allora la pizza ne ha fatta di strada. La più famosa rimane quella colorata con le tinte della bandiera italiana, la margherita seppure oggi i pizzaioli si sbizzarriscano inventando condimenti originali e combinazioni insolite.

Altra specialità italiana è il pane. Ogni regione possiede il proprio tipico con una storia, una forma e un sapore inconfondibile. Fra i più caratteristici ricordiamo il pane ferrarese, la Rosetta o Michetta lombarda, il pane toscano sciocco, la Micca emiliana, e la Biova piemontese.

La tradizione del pane antica come la penisola stessa ben si lega con quella degli affettati che allo stesso modo conoscono una varietà pressoché infinita. Particolarmente gustosi fra i salami la salsiccia secca napoletana, il Felino, il Varzi e il Fabraino. Da gustare accompagnati da una saporita fetta di pane anche la Coppa, il San Daniele e il Fiocco, tutte tipologie diverse di prosciutti. Fra i prosciutti cotti fa venire l’acquolina in bocca la Mortadella e il Cotto.

Insomma una differenziazione che lascia davvero sorpresi, figlia di una terra varia e meravigliosa, baciata dal sole e impreziosita dai suoi artigiani che ancora oggi producono sfizierie per il palato e per la vista.